Seminario con Broken Arms Games dal titolo “When tears aren’t enough”

Giu 27

Questa mattina si è tenuto un seminario che ha visto come ospite Broken Arms Games e uno dei suoi co-fondatori: Yves Hohler. La realtà di Broken Arms Games nasce nel 2008 ma è solo nel 2010 che si completa il team con l’aggiunta di Elisa Farinetti e Giulio Piana. Con loro la società assume la sua attuale identità, ovvero uno studio di sviluppo a 360 gradi con all’attivo la produzione di giochi di proprietà e in conto terzi per clienti importanti quali Fiat e Samsung.27/06/2016

Yves Hohler, Producer e game Designer di Broken Arms Games ha affrontato di fronte agli studenti dei corsi di Game Programmer e Game Designer i temi seguenti: quali sono le differenze tra un gioco Freemium, un gioco Free to Play e un Advergame? L’interessante analisi di questi generi è poi arrivata ad analizzare i dati di post-mortem di Kaboom Monsters, un gioco nato come Premium e arrivato a fine ciclo come Freemium. L’analisi ha proseguito sulla strada delle esperienze acquisite e di come deve essere impostato il team e come impostare un prodotto Freemium.

Il seminario ha avuto come obiettivo quello di offrire un esempio pratico di come i modelli di business possano scontrarsi con le logiche del mercato e dover necessariamente mutare con inevitabili ripercussioni sullo sviluppo e sul game design del gioco.

Al termine dell’incontro è stato lasciato il tempo per rispondere alle domande degli studenti.